Sulla pellicola impressionata di un centinaio di mondi diversi ne avrò presi al massimo due, o tre ad essere buoni; e non conosco persone buone.

Dall’alto dell’aeroplano in mezzo alla gente tatuata ne ho scattate alcune, sono state difficili, ma mi sto ancora divertendo – anche se ci sono troppi bambini.
Troppe persone che si impegnano troppo.

La prossima volta andrà meglio, prometto: la prossima volta andrà meglio, spero; la prossima volta, te l’assicuro, sarà il massimo. L’altra volta non era granché.

Ma non ci posso fare molto: sto facendo tutto il possibile.

C’è anche un modo per dire qualcosa che non sia bzz bzz gnàgnà rumore statico rumore statico imbarazzo? Ci sono un sacco di momenti di imbarazzo. Le hostess che vogliono venderti i gratta&vinci, le impiegate alla posta che vogliono venderti un gratta&vinci, il barista almeno non dice una parola. Il mio barista sottocasa si chiama Tonino Arraffa ed è totalmente insensibile all’imbarazzo. Ucciderebbe uno di quei turisti sorridenti che vogliono il barista da depliant alpitour, se non avesse già avuto guai legali. Bisogna dire che, meglio di Tonino, il caffè lo fa il ragazzo che sta la mattina presto e che ha problemi quando vengono gli indiani a chiedergli strane cose, come il latte con un goccio di latte di mandorla (forse era il contrario). Ed è anche velocissimo a porgerti il pasticiotto quando glielo chiedi.

Davvero il resto d’Italia è un inferno di cornetto. A Berlino il puddingballchen non era male, e tutti quei pretzel dolci caramellati pieni di crema buonissima: davvero la cosa che mi manca di più, oltre a quella di avere una linea metropolitana una sopraelevata e tutti gli autobus. Ma qui non ce n’è bisogno.

A te che oggi sei volte mi hai visto: se da mercoledì vuoi darmi una mano a rimettere in sesto la mia vecchia bici Olmo del nonno, che già si sta cominciando a sguarnire perché io sono un utilizzatore pesante per le biciclette, ecco tu che oggi sei volte mi hai visto, abito nel centro storico a Lecce, vieni a darmi una mano da mercoledì quando vuoi.