Cos’è il bello della scrittura. Il bello della scrittura è il bello di fare, di mettere in piedi quello che prima stava per terra, di miscelare e di generare qualcosa di nuovo, improvviso e diverso, accendere scintille appiccare fuochi, sputare eccetera.
Il bello della scrittura è l’attività dell’artigiano lunga e paziente, di prendere un blocco grezzo e dopo ore ed ore di lavoro stressante ed interminabile restituirlo al mondo finito, lavorato, liscio e ben progettato; ed il bello è anche l’attività istantanea ed illuminata, immediata, del gesto che in un attimo prende e rilascia tutto quello che ha da dire per lasciare un attimo cristallizzato in eterno; ed è anche bello far capire, spiegare, o lasciare non detto e schiudere un paradiso di possibili infiniti nella testa di chi immagina. Il bello della scrittura è lavorare con il ritmo, con il contrappunto, con l’a capo, con il bianco (senza fare come baricco che quando si stanca preme                                     la barra spaziatrice                                                                             come gli gira, perché lui è                                                                                          artemerda) e poi riempire tutto con qualcosa di estremamente lungo ed intenso e sconfinferato senza neanche la punteggiatura; diventa interessante quando si fa ricerca e si legge di altri e si scopre e si va nel mondo vero, dove esiste la realtà e non è solo dei simboli inchiodati; ed è bello giocare con i simboli e muoverli a piacimento e realizzare cortocircuiti ed infinite cose un po’ tristi per la loro continua insoddisfatta ambizione di rendersi vere. È anche bello magari rifiutarsi di vendere quello che scrivi ad un regista cinematografico oppure aiutarlo per fare qualcosa di bello oppure ignorarlo e pensare ad altro; diventa ancora più bello quando le persone fanno tuo quello che è tuo e nel condividere impari sempre qualcosa e diventi più alto, o più grosso, oppure ti cambia il colore dei capelli (i simboli non appartengono a nessuno).