Intervistata sul perché amasse far finta di avere i segni dei chiodi sulle mani, Teresa Neumann rispose: “Sono stati grandissimi uomini venuti dal cielo, sette giganti di luce discesi una sera. Io non ero nessuno e non avevo fatto niente e questi grandi déi di un altro mondo sono venuti da me.

Sono discesi, vestiti di oro, e mi hanno benedetta nel nome di Gesù. Con le loro novantasei ali di ferro sono venuti a prendermi e mi hanno fatto vedere cosa succedere a scucire i cieli e dare un’occhiata a quello che c’è dietro. Mi hanno fatta diventare una vera donna in un istante ed ora nascondo in me un diamante enorme e luminoso che non mi potrete estirpare, avete capito? Loro hanno scelto me e nessun’altra. Se provassi a spiegarvi, sarebbe… non si può fare, credo. Loro mi hanno detto così. Me l’hanno sussurrato, è un segreto, ora non dovrei neanche dirvelo. Anzi, per tutti gli angeli, cancelli tutto, la smetta di scrivere, la prego. Piuttosto, mi procuro le stigmate”